Pubblicazioni


La separazione con gli occhi di un bambino

La separazione, o il divorzio, è un processo molto delicato per gli adulti che la stanno vivendo. Spesso si corre, però, il rischio di dimenticarsi che anche i figli la vivono: non ne sono esenti perché “piccoli”. Si pensa che mentre giocano, i bambini non sentono, non capiscono, ma non è così! E lo si può cogliere bene in questo filmato.
Questo video aiuta a capire come i bambini vivono la separazione dei genitori, e come spesso siano proprio loro a doversi prendere cura degli adulti, ma oltre l’aspetto di inversione dei ruoli, è altrettanto chiaro, seppure in video solo per alcuni secondi, come troppo spesso nella “lotta tra i coniugi” per il divorzio si mettono in mezzo i figli, che rischiano spesso di diventare le “armi” per farsi la “guerra”. …Leggi tutto »

cambiamento

L’incontro con l’altro

L’incontro con l’altro è sempre un viaggio ricco di mistero: Chi è? Cosa pensa? Cosa sta succedendo nella sua vita? Che cosa gli piace? Che cosa non gli piace? E quante altre domande, curiosità, idee ci spuntano in testa non appena la nostra vita si avvicina a quella di un’altra persona.
Proprio perché le risposte a quelle tante domande non si hanno credo sia importante entrare nella sua vita con tatto e sensibilità, in punta di piedi, con attenzione e sana curiosità, nel massimo rispetto di tutto ciò che porta dentro.
E anche questo è la psicoterapia: il rispetto per l’altro, unico vero custode del suo mondo interno.

IMG_4387

La terapia trigenerazionale

Terapia_Trigerenazionale-3

​Perché la terapia trigenerazionale?

Perché il primo sistema in cui ognuno di noi nasce e cresce è il sistema “famiglia”. Poi arriva il sistema “Scuola”, il sistema “dei pari”, il sistema “lavoro”…

Ma il primo ambiente in cui ogni essere umano apprende sul mondo e si forma è la familgia. I modelli del mondo che una persona ha, le sue premsse (idee preconcette), le modalità comunicative, interpretative, le modalità relazionali… ogni cosa si crea proprio nel sistema in cui ogni persona trascorre la maggior parte del suo tempo nei primi anni di vita.

Anche le idee sul modno, le “interpretazioni” di esso si strutturano proprio in questo sistema.

Ognuno di noi alle spalle ha una famiglia, sempre unica e particolare a suo modo, che a sua volta ne ha un’altra… e avanti così. Anzi! In realtà dietro ad una persona c’è un sistema famiglia, ma dietro ad un sistema famiglia ci sono altri due sistemi famiglia che si sono incontrati!

Naturalmente è possibile andare avanti e avanti ancora, con le generazioni e i sistemi familiari, risalento ai più antichi! E’ stato, però, dimostrato che, per una eccezionale terapia sistemico relazionale sia sufficienti far riferimento a tre generazioni: quella presente in studio e le due precedenti, per poter comprendere ed inquadrare come un determinato modello comportamentale e relazionale si sia generato e rafforzato.

In una psicoterapia sistemico relazionale, anche se individuale, si lavora proprio a livello trigenerazionale.

E che significa?

 
…Leggi tutto »

Il dono dell’oggi

Quante volte, come il simpatico Kung Fu Panda, ti capita di sentirti goffo, incapace, un disastro, di aver sbagliato tutto… di essere così tanto concentrato su ciò che fai da scordarti quasi di guardare il tuo presente e ciò che ti sta attorno. Al giorno d’oggi poi, presi dalla frenesia e dalla velocità della società, questo rischio è ancora più grande.

Alle volte concediti il tempo e la possibilità di guardarti e guardare il tuo presente. Guardare, non vedere!

“Ti preoccupi troppo di ciò che era e ciò che sarà. C’è un detto: ieri è storia, domani è un mistero ma oggi è un dono, per questo si chiama presente.”

Ieri… Oggi… Domani

ieri oggi domani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Simpatia e chiarezza nella semplicità di una vignetta di Schulz! Che può diventare anche un attento e pratico consiglio: mentre vivi oggi, fai tesoro di ieri per il passo di domani.

Ciò che sei oggi è inevitabilmente connesso a ciò che è stato il tuo ieri, e al mondo nel quale sei cresciuto; le relazioni che hai instaurato, le esperienze che hai vissuto e le parole che hai detto e sentito, oltre alle emozioni che hai provato e che hai “significato”.  …Leggi tutto »

Cosa succede nella mente dello psicoterapeuta

Nel mio articolo “Ma…cosa succede dallo psicologo?” ho illustrato e spiegato quanto accade nelle sedute con lo psicologo, e quanto questo possa discostarsi dalle idee che ci si è fatti nella storia e guardando i film.

Probabilmente, però, resta sempre un po’ il dubbio di quello che succede nella mente dello psicologo… Ecco: questo simpatico video spiega in maniera chiara e comprensibile quanto e come le parole della persona arrivano nella mente dello psicologo e/o psicoterapeuta.

Questo breve video illustra in maniera semplice e accessibile quello che avviene nella mente dello Psicoterapeuta nel corso delle sedute di Psicoterapia e all’interno della relazione terapeutica.
La seconda parte del video evidenzia l’importanza per lo stesso terapeuta di avvalersi dell’aiuto o della supervisione di colleghi professionisti.

Una storiella sul senso della vita

1739_10152646138460581_1402099523_n

Il senso della vita!
Da leggere! Storiella simpatica ma chiara e vera! Lascia proprio la voglia di fermarsi a pensarci su! Ti consiglio di leggerla, non ti chiede molto tempo!

“Un professore stava davanti alla sua classe di filosofia e aveva davanti a lui alcuni oggetti. Quando la lezione cominciò, senza dire una parola, prese un grosso barattolo di maionese vuoto e lo iniziò a riempire di palline da golf. Quindi egli chiese agli studenti se il barattolo fosse pieno. Essi hanno convenuto che lo era.

Allora il professore prese una scatola di sassolini, e li versò nel vaso. Lo scosse leggermente. I ciottoli rotolarono negli spazi vuoti tra le palle da golf. Chiese di nuovo agli studenti se il barattolo fosse pieno. …Leggi tutto »

bambini genitori Bowlby